Chi portare alla prova dell'abito?

Come prima cosa... ciao a tutte!! e scusate per questa lunga pausa estiva.

In effetti,  dopo la vera vacanza del mese di Agosto,  Settembre si presenta come al solito davvero molto impegnativo. Siamo state letteralmente catturate dal  lancio della nostra Capsule Collection che ci sta riservando non poche soddisfazioni a giudicare dal gradimento che stano riscuotendo i nostri modelli.   E poi tutti gli arrivi in Atelier delle nuove collezioni… Inoltre si sa che a Settembre Milano è ricca di eventi  legati alla moda e noi non potevamo mancare!

Ma torniamo a noi perchè oggi vi parliamo di un problema  che spesso si presenta quando la futura sposa deve fissare un appuntamento per la prova dell'abito e cioè "CHI POSSO/DEVO PORTARE ?”.

Il nodo da sciogliere è prima di tutto della sposa che si trova probabilmente a dover gestire un infinità di richieste di amici e parenti che vorrebbero assistere alla prova ( e purtroppo dare troppi consigli!).

In secondo luogo, ci può essere un problema logistico. E' improbabile che l'Atelier che ospiterà abbia la possibilità di accogliere numerose persone tutte insieme.

Da noi, ad esempio, viene anticipato telefonicamente che la sposa deve essere accompagnata da 3 persone massimo  (ma si fa eccezione sulla quarta).

I motivi della nostra scelta sono fondamentalmente tre. Il primo, come vi abbiamo già accennato è una questione di spazi.

I salottini di prova sono concepiti per accogliere tre accompagnatori, più la sposa. Questo  per dare modo alla stessa di guardarsi allo specchio in maniera completa , muovendosi liberamente. E anche per agevolare noi durante la vestizione.

Bisogna comprendere che non siamo nei grandi negozi americani ma in un Atelier nel cuore di Milano che vuole essere un luogo esclusivo, ma intimo e raccolto.

Provate ad immaginare se ognuna delle tre spose che possiamo ospitare contemporaneamente arrivasse con un seguito di sei, sette persone. Più le spose... più noi.

Il secondo e importantissimo motivo è che la prova dell'abito da sposa è un momento magico ed emozionante  che però necessita di un po' di concentrazione, serenità, riflessione. Ed è un momento che è bello rimanga intimo. Va condiviso con le persone più importanti, poche. E non in mezzo ad una bagarre di amici e parenti.

Il terzo motivo è che più persone ci sono, più pareri si ascolteranno. Spesso pareri maldestri, anche se in buona fede.

E' normale che la sposa cerchi negli sguardi di chi la osserva delle risposte

Inoltre ognuno di noi ha le sue preferenze,  il gusto è qualcosa di molto personale e spesso ci si sente dire "a me non piace" ( e dobbiamo dirvi la verità... in questo le amiche in gruppo sono le peggiori !!)

Da un lato è normale che ognuno esprima il suo parere sull'onda emotiva. Ma troppi pareri creano confusione e si rischia di essere poco oggettivi.

Noi abbiamo imparato negli anni ad ascoltare la sposa, lasciando che si guardi, lasciando che esprima le sue sensazioni. Questo equilibrio non è facile da trovare se ci sono troppe persone.

Quindi ragazze, vi diamo delle dritte:

SI:

MAMMA + SORELLE  (solo poche alla volta se la famiglia è numerosa)

MAMMA +PAPA' (solo se non esperto di abiti)

MAMMA + AMICA DEL CUORE (solo se vanno d'accordo)

NO:

GRUPPO DI AMICHE

MAMMA + ZIA/NONNA SARTA

AMICO DEL CUORE STYLIST

Capito ? e poi nessuno vi vieta di scegliervi l'abito in santa pace e poi venire alle successive prove con chi volete.

Ma fidatevi, l'effetto sorpresa è sempre TOP. Parola di Stylist.

Ciao!